fbpx

Rosa? Gialla? Rossa? Marrone? Di che colore è la pelle? Per i bambini non esistono confini. E il colore della pelle non ha un solo colore. Un gioco di parole per dimostrare anche che l’arte non ha confini.

La nostra società oggi vive l’esperienza della multietnicità: non c’è un solo colore per la pelle, ma tante sfumature che rappresentano i tanti volti della quotidianità.

E’ così che nasce “Children of The World” di Faber-Castell, un progetto che comprende prodotti studiati per rappresentare tutte le sfumature della pelle e una attività di charity in favore della creatività per i bambini del mondo.

Che Faber-Castell parli di bambini ai bambini è scontato: con le sue matite da più di tre secoli supporta l’espressione della creatività dai primi mille giorni di vita a qualunque età. Se a questa straordinaria vocazione si aggiunge l’esperienza tecnica di Faber-Castell Cosmetics, la divisione dell’azienda che realizza le matite per il trucco delle più importanti aziende cosmetiche del mondo, è facile comprendere come le matite dedicate alle sei nuance della pelle presentate nella collezione “Children of The World” siano il vero nuovo progetto cult dell’azienda di Norimberga.

Sei diverse sfumature per rappresentare la pelle di tutti i bambini del mondo: sono presentate in tre matite bicolori, di due tonalità ciascuna, abbinate al set tradizionale di matite colorate triangolari ergonomiche da 12 e 24 colori e al set di matite colorate acquerellabili Grip Colour da 10 e 20 colori.

Diffondere la gioia: la collaborazione con The Red Pencil

Con la vendita delle matite “Children of The World” Faber-Castell sostiene Red Pencil Humanitarian Mission, una missione umanitaria internazionale che aiuta con progetti di Art Therapy in loco i bambini delle zone disagiate del mondo. L’organizzazione The Red Pencil è nata a Singapore, dove è stata creata nel 2004 in seguito alla catastrofe dello tsunami nell’Oceano Indiano che ha causato oltre 230.000 vittime. L’organizzazione è cresciuta costantemente negli ultimi vent’anni, avviando e facilitando progetti di aiuto in tutto il mondo.

Faber-Castell e il sociale.

Data la sua lunga storia e per il fatto di essere una società di famiglia diffusa a livello globale, con valori profondamente radicati, l’uguaglianza e la diversità culturale sono una cosa quasi scontata per Faber-Castell. Questi valori sono anche incarnati dalla comunità Faber-Castell: la carta sociale Faber-Castell si applica a tutti gli uffici aziendali internazionali dal marzo 2000. I suoi principi comprendono un chiaro divieto di discriminazione di qualsiasi tipo e la parità di trattamento indipendentemente dal colore della pelle, genere, religione, razza o nazionalità. Un comitato indipendente controlla regolarmente l’attuazione dell’accordo.