fbpx

Erano presenti ventidue studenti selezionati dai più prestigiosi istituti di moda internazionali con le loro creazioni per interpretare il tema Knit Mix assegnato dalla curatrice del concorso Ornella Bignami. Il vincitore è Yuan-Lung Kao studente del Royal College of Art.

Il nuovo approccio al design della maglia deriva dalla necessità condivisa di esplorare audaci idee innovative. È tempo di evidenziare contraddizioni e similarità, di adottare colori in sinergia o con abbinamenti contrastanti, di giocare con volumi imprevisti e con mescolanze sperimentali di sottile e spesso, voluminoso e piatto, morbido e ruvido, in un corto circuito di soluzioni creative. I colori sono filtrati, genuini e quieti; interpretano una sensibilità contemporanea tra maschile e femminile. Sono toni espressivi, freddi, accostati con originale disarmonia per un look casual. L’intera gamma tuttavia può evolvere in provocanti contrasti visivi. Mix di filati e punti, volumi e decori superano i codici tradizionali, unendo concretezza e innovazione, fondendo generi e generazioni, aprendo a soluzioni rivoluzionarie.

Una giuria altamente qualificata, insieme ai voti espressi dai visitatori, assegnerà il premio messo a disposizione da BIELLA YARN parte del SÜDWOLLE GROUP che permetterà al migliore designer di continuare e specializzare la sua formazione. Premio speciale al progetto che illustrerà con maggiore enfasi la creatività dei filati italiani offerto invece da BANANA REPUBLIC.

Organizzato da CPF-Consorzio Promozione Filati e con il sostegno di Pitti Immagine, il concorso vede coinvolte ventidue aziende tra le filature più creative presenti a Pitti Filati: ALPES MANIFATTURA FILATIBIELLA YARN by SÜDWOLLEBOTTO GIUSEPPEE. MIROGLIOFABIFILFILATI BIAGIOLI MODESTOFILITALY-LABFILMARFILPUCCIGI.TI.BI. FILATIILARIA MANIFATTURA LANEINDUSTRIA ITALIANA FILATILANIFICIO DELL’OLIVOLINSIEME FILATIMANIFATTURA IGEAMANIFATTURA SESIANEW MILLPECCI FILATIPINORI FILATITOLLEGNO 1900TOSCANOZEGNA BARUFFA LANE BORGOSESIA.

Si amplia anche il numero delle scuole con la new entry della Corea: ACCADEMIA COSTUME & MODA, BIFT-BEIJING INSTITUTE OF FASHION TECHNOLOGY, BUNKA FASHION COLLEGE, HOCHSCHULE LUZERN-Art and Design, HOCHSCHULE NIEDERRHEIN-University of Applied Sciences, HOCHSCHULE TRIER, IED Istituto Europeo di Design, KINGSTON UNIVERSITY, POLIMODA, POLITECNICO DI MILANO-Scuola del Design, ROYAL COLLEGE OF ART, THE HONG KONG POLYTECHNIC–Institute of Textiles and Clothing, HANYANG WOMENS’ UNIVERSITY.

Un intenso programma di formazione e conoscenza, organizzato da CPF e Pitti Immagine per tutti gli studenti, si svolgerà nei giorni precedenti la manifestazione, grazie alla disponibilità delle aziende a coinvolgere i giovani ospiti, creando così un link esclusivo.

Una nutrita serie di visite a maglifici, ritorciture e ai laboratori di ricerca BRACHI TESTING SERVICES permetterà di illustrare il processo di sviluppo dal filo alla maglia, fino al controllo di qualità e all’analisi di prodotto.

I processi di sviluppo dalla fibra al filato saranno oggetto del Workshop di Ornella Bignami che prevede una full immersion degli studenti nella realtà creativa e produttiva delle filature italiane, mentre il designer Carlo Volpi terrà una lecture sul suo percorso creativo. Innovazione e fantasia saranno oggetto della visita a TRAFI, coinvolto fin dalla prima edizione di FEEL THE YARN con una presentazione estremamente scenografica.

Gli studenti parteciperanno inoltre a uno special workshop sul “SUSTAINABLE FASHION”, argomento di grandissima attualità per il futuro delle produzioni tessili.