fbpx

Il gioiello contemporaneo visto come processo creativo “in fermento” durante JOYA Barcelona Jewellery Week 2017: fino al 7 di ottobre Gioielli in Fermento presenta, all’interno del circuito Off JOYA, una selezione di opere della 2017 Master Collection che raccoglie una serie di lavori diventati icone delle precedenti edizioni insieme ad alcuni lavori inediti, realizzati e dedicati appositamente a questa collezione.

Sul palcoscenico non convenzionale dell’Apotheke, il laboratorio delle sensazioni di Ocaña, l’elegante locale di Plaça Reial, una panoramica iconica dei gioielli “fermentati” raccolti nel corso delle ultime sei edizioni del premio internazionale. La traccia comune tra gli autori partecipanti è quella di cimentarsi in un concorso a tema che muove sensibilità differenti verso la natura, legata – soprattutto nelle prime storiche edizioni – al lavoro in vigna, alle trasformazioni in cantina, al profumo nel calice, al fascino delle sensazioni del gusto. Da qui l’astrazione verso concetti e simboli in analogia al contesto di partenza, che si sono evoluti nel corso dello sviluppo della competizione nel corso degli anni. Li accomuna il racconto, da leggere nell’espressione originale del concetto, nella scelta dei materiali, nella cura della realizzazione, senza prescindere dall’impatto emotivo dalla portabilità dell’opera.

Gioielli in Fermento è un concorso e un progetto espositivo internazionale sul gioiello contemporaneo d’autore che nasce dai panorami delle colline emiliane, ambienti accoglienti e ispiratori di infinite ricerche artistiche, per allargare i suoi confini coinvolgendo artisti e designer del gioiello, affermati ed emergenti da tutto il mondo, ad esprimere la propria relazione con il contesto.

Dal 2011, 6 edizioni, più di 400 autori ed un numero ancora più considerevole di opere sono state presentate alla selezione di un gruppo internazionale di esperti nel campo, a cura di Eliana Negroni, appassionata sia di vino sia di gioiello contemporaneo, con la indispensabile collaborazione di AGC Associazione Gioiello Contemporaneo, Charon Kransen Arts, Klimt02 network, Joya International Art Jewellery Fair Barcelona e partner privati sul territorio.

La mostra pop-up Gioielli in Fermento comprende opere di artisti premiati come Maura Biamonti, Sébastien Carré, Nicoletta Frigerio, Akis Goumas  Gigi Mariani  Olivia Monti Arduini  Viktoria Münzker  Liana Pattihis e una selezione di pezzi di Francesca Antonello  Silvia Beccaria  Isabelle Busnel  Alina Carp  Luisa Chiandotto  Luís Comín  Corrado De Meo  Clara Del Papa  Ylenia Deriu  Martina Eiselein  Maria Rosa Franzin  Eleonora Ghilardi  Lucilla Giovanninetti  Steffi Götze  Nicola Heidemann  Mara Irsara Iro Kaskani  Saerom Kong  Mirna Korolkovas  Mia Kwon  Heng Lee  Ria Lins  Chiara Lucato Mineri Matsuura  Paola Mirai  Rosa Nogués Freixas  Esther Ortiz Villajos  Barbara Paz Mabel Pena  Poppy Porter  Rosanna Raljevic Ceglar  Gianni Riva Maddalena Rocco  Stefano Rossi  Kika Rufino  Claudia Steiner  Yoko Takirai  Eva Tesarik  Barbara Uderzo.

Gioielli in Fermento è un percorso possibile di sperimentazione e di comunicazione del gioiello di ricerca, rivolto a un pubblico sempre più consapevole e incuriosito da questo orizzonte complicato e tuttora poco conosciuto delle arti applicate. Anno dopo anno, Gioielli in Fermento rinnova la sfida del racconto di esperienze che convergono attorno a temi popolari, attraverso le infinite espressioni individuali degli artisti, orafi contemporanei e designer, nel loro dialogo con passioni che il pubblico spesso conosce bene: vino e gusto, ma anche colori, emozioni, stati d’animo.

Tutta la collezione e la storia del Premio sono pubblicati nel catalogo curato da Eliana Negroni.