fbpx

I maestri giapponesi hanno sempre apprezzato la semplicità della forma, l’essere meravigliosamente puri. Ciò ha ispirato i nostri designer a ritagliare gli elementi posteriori e creare qualcosa di dinamico ma elegante, sobrio ma vitale. È così che percepiamo l’estetica giapponese, una sensibilità che ha creato auto che si muovono emotivamente. Il processo potrebbe non sembrare diverso da altri produttori, tranne per il fatto che Mazda pone molta più enfasi sul tocco umano e sull’arte della modellazione dell’argilla. Mantenere questa tradizione significa che anche i più piccoli cambiamenti possono essere fatti a mano” afferma Jo Stenuit, direttore del design di Mazda Europa.Solo con un tocco umano è possibile creare oggetti unici che trascendono e contengono un design distinto e esclusivo. Questo è alla base della filosofia di Mazda, che applica il suo Kodo – Soul of Motion Design alla produzione automobilistica.

Approccio condiviso da SACo (Society of Contemporary Handicraft) che, alla El Instante Fundación durante la terza edizione del Madrid Design Festival, dal 1° al 29 febbraio 2020, ha collaborato con l’azienda giapponese alla realizzazione della mostra “Artis-Manus“. Artigianato in spagnolo si dice “Artesanía” che deriva dalle parole latine “artis-manus” o “arte con le mani”. La mostra ha messo in scena la tradizione, il valore e il futuro dell’artigianato contemporaneo attraverso una selezione di pezzi di diversi maestri artigiani.L’allestimento della mostra dello studio Sierra + De La Higuera, che condivide i medesimi valori di SACo e Mazda, utilizza concetti di design della tradizione giapponese come Utsuroi (l’interazione tra luce e ombra), Ma (less is more, lo spazio tra gli elementi) e Yohaku (l’arte dello spazio vuoto). Concetti che Mazda applica nella progettazione delle sue auto. Insieme alla mostra, una serie di workshop, conferenze e tavole rotonde dibattiti sul passato, presente e futuro dell’artigianato contemporaneo hanno mostrato il lavoro dei diversi artigiani e designer coinvolti, come tra gli altri Vajillas de Ultramar, Alvaro Catalán de Ocón, Mayice, Andreu Carulla, Charo Iglesias, Ábbatte, Fernando Alcalde, così come con alcuni video si poteva conoscere il processo di progettazione Mazda.

testMazda è impegnata nella valorizzazione del lavoro artigianale, nella ricerca dell’eccellenza e nella creazione di oggetti speciali attraverso il design. Come il nuovo Compact Crossover SUV Mazda CX-30, che esprime l’essenza del brand ovvero “Celebrate Driving”. Non solo esaltare le performance della guida ma, soffiando la vita nell’auto, evocare l’emozione del movimento.Mazda Motor Corporation è stata fondata nel 1920 e ha sede a Hiroshima, in Giappone. È una delle maggiori case automobilistiche giapponesi con un fatturato di 1,6 milioni di veicoli e 15 impianti di produzione. Mazda è diversa dalle altre marche di auto premium perché concepisce la creazione di automobili come un’arte. L’uso della modellazione dell’argilla è una parte cruciale del design dei suoi modelli da parte dei maestri Takumi (modellisti dell’argilla con almeno 20 anni di esperienza), che lavorano in forme concettuali che successivamente passano alla carta, quindi al metallo e, infine, al computer . Questo è l’unico modo per dare vita alla purezza e alla vitalità dell’ormai noto design Kodo, che trae ispirazione dal Giappone ancestrale e ha vinto premi come il Red Dot e altre competizioni internazionali. Mazda ha sei centri di ricerca e sviluppo ed è presente in oltre 100 paesi con quasi 41.000 dipendenti, ha accumulato quasi 1.200 premi dal 2002.

Mazda Automóviles España S.A. è stata fondata nel marzo 2000 e ha sede a Madrid. È la filiale di Mazda Motor Corporation in Spagna e attualmente distribuisce sei modelli nel mercato spagnolo: Mazda2 (modello urbano), Mazda3 (compatto), Mazda6 (berlina), Mazda MX-5 (roadster) e i SUV Mazda CX-3 e Mazda CX-5, coprendo quasi tutti i segmenti di mercato.