fbpx

Presentata durante la scorsa Dutch Design Week, la collezione DINING TOYS disegnata da Roxanne Brennen è un insieme di oggetti per la tavola giocosi e sensuali ispirati alla sessualità che ci propongono un modo diverso di mangiare. Il nostro cervello reagisce all’esperienza del cibo attraverso il centro del piacere che si attiva e rilascia endorfine. È un’esigenza di base influenzata dai sensi, ma anche una esperienza esaltata dalla perdita di controllo, dalla scoperta e dalla sperimentazione dell’atto.

I servizi da tavola che usiamo creano confini e impongono molte regole. Il nostro comportamento sul come mangiare, cosa mangiare, quando mangiarlo, come gestire le posate e interagire con gli altri a tavola ci viene imposto” afferma Roxanne Brennen. “Le posate, le ciotole, i piatti, i bicchieri sono strumenti creati secondo un codice di comportamento che è dato per acquisito nella nostra società. Tuttavia, l’esperienza del mangiare potrebbe diventare più forte in base alle nostre reazioni, se potessimo perdere il controllo. Possiamo sperimentare e scoprire il gusto, l’odore, la consistenza e il suono del cibo, ma non più il modo di mangiarlo. Il mio progetto ci dà la giocosità e il senso della scoperta che abbiamo perso, permettendoci di perdere il controllo e scoprire come l’azione di mangiare sia un istinto animalesco che abbiamo dimenticato. Sono strumenti di scoperta per aumentare il piacere dell’esperienza, la libertà di provare come vogliamo agire e assaggiare il cibo“.La collezione è realizzata a mano con il gres bianco, scelto per la sua plasticità e simile alla porcellana per l’aspetto e texture in una gamma di colori pastello in contrasto con altri più forti.Il progetto DINING TOYS di Roxanne Brennen sarà in mostra al London Design Festival fino al 23.09.2018 e al Cooper Hewitt Design Museum di New York fino al 28.10.2018, insieme a oltre sessantacinque progetti di design e oltre quaranta oggetti e installazioni da toccare, ascolta e annota, The Senses: Design Beyond Vision. una celebrazione inclusiva della ricchezza sensoriale del design.